Costo certificazione energetica e quando non la devi fare!

costo certificazione energetica appartamento

Qual è il costo della certificazione energetica, oggi necessaria per ogni tipo di immobile? Quali sono le spese alle quali andiamo incontro? Il costo della certificazione energetica casa impatta molto sulle nostre finanze? Vediamolo insieme, nella guida che ti spiegherà come muoverti, come risparmiare (nel caso in cui sia possibile) e quanto pagare.

In Questo Articolo ti Parliamo di:

  • 1 L’attestato di prestazione energetica
  • 2 Occhio alle offerte su internet: c’è bisogno di un certificatore abilitato
  • 3 Chi può offrirci la certificazione energetica o APE?
  • 4 Quanto costa l’APE?
  • 5 C’è modo di risparmiare su questa spesa?
  • 6 In quali casi si può non fare la certificazione APE?

L’attestato di prestazione energetica

La normativa vigente indica come necessario l’attestato di prestazione energetica (APE), che è poi il documento che vale come attestato di certificazione energetica del nostro immobile.

La prestazione energetica della casa deve oggi essere obbligatoriamente mostrata sugli annunci, tanto per l’affitto quando per la compravendita, ed è obbligatorio averlo per ogni tipo di immobile, con rare eccezioni.

Le sanzioni sono estremamente pesanti: si parte dai 3.000 euro fino ai 18.000 euro, con le multe che sono leggermente più basse nel caso in cui si dovesse stipulare un contratto di locazione senza che il certificato energetico sia presente.

Diventa dunque necessario dotarsi del certificato, sia per le nuove costruzioni che per quelle vecchie, dato che i costi, nel caso in cui venissimo multati, sarebbero enormemente più alti di quelli della certificazione stessa.

Occhio alle offerte su internet: c’è bisogno di un certificatore abilitato

Le offerte su internet per le certificazioni energetiche con costo basso si sprecano. Puoi trovarne davvero per pochissime decine di euro, con un risparmio relativamente sostanziale nei confronti dei prezzi praticati dai professionisti “offline”.

Non ne vale la pena, nel senso che se non hai modo di verificare che chi ti propone l’attestazione a prezzo scontato sia effettivamente un soggetto autorizzato, meglio lasciar perdere e rivolgersi ad un professionista di zona che sia in grado di dimostrarti di essere effettivamente in possesso della certificazione necessaria.

Internet può essere fonte di ottime occasioni, ma quando le multe sono così alte, meglio andare con i piedi di piombo. Della questione si sono occupate anche diverse associazioni di consumatori, con risultati non esattamente edificanti e con molti sedicenti certificatori che offrivano i loro servizi online che in realtà non erano in possesso della certificazione autentica per operare.

Chi può offrirci la certificazione energetica o APE?

Tutti i professionisti abilitati tramite certificazione. Per ottenere la certificazione è necessario averne i requisiti di legge.Tali servizi sono offerti tipicamente da specialisti quali architetti, ingegneri civili e geometri purchè abilitati ed iscritti negli appositi albi professionali.

Quanto costa l’APE?

Il prezzo è determinato dal libero professionista. Nelle grandi città il costo si aggira intorno ai 150 euro per un appartamento, e possono leggermente salire come costo certificazione energetica casa nel caso di stabile di proporzioni maggiori.

Il costo comunque oscilla in linea di massima, sul territorio nazionale, tra i 100 e i 160 euro, con minime variazioni.

Dato che la certificazione è uguale a prescindere da chi la rilasci (a patto che ovviamente sia certificato) può avere senso cercare di risparmiare, chiedendo a diversi professionisti un preventivo.

Difficilmente comunque riusciremo a scendere al di sotto di quanto abbiamo appena scritto.

C’è modo di risparmiare su questa spesa?

No, se non cercando di abbattere il costo dell’attestato classe energetica casa cercando un professionista che chieda meno. Come abbiamo detto prima, ha spesso poco senso cercare di affidarsi alle offerte che frequentemente troviamo su internet: spesso ci sono dietro delle truffe e dovremo essere certi di trovarci davanti ad un professionista serio o ad uno studio comunque certificato.

La certificazione APE rilasciata da professionisti non abilitati non ha alcun valore legale e sarebbe come non averla mai fatta, con il rischio di incorrere nelle sanzioni di cui abbiamo parlato poco sopra.

In quali casi si può non fare la certificazione APE?

I casi nei quali si può evitare di allegare l’APE sono i seguenti:

  • Edifici adibiti a luogo di culto
  • Fabbricati agricoli che non sono adibiti a residenza, che non hanno impianti di climatizzazione
  • Fabbricati isolati con una superficie ai 50 mq
  • Fabbricati collabenti, abbandonati, oppure ruderi
  • Fabbricati che sono adibiti a garage o autorimesse
  • Fabbricati industriali, artigianali, serre, che sono riscaldati con combustione di reflui non impiegabili in altro modo
  • Manufatti marginali come legnaie e portici

In tutti questi casi potrai evitare di procedere con l’APE, risparmiando il costo dell’attestato energetico in questione.

Questa voce è stata pubblicata in Certificazione Energetica. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *